Per ogni genere di informazioni in merito ai tuoi ordini ==> ASSISTENZA CLIENTI CONTATTACI

Benvenuti!

Articoli da 1 a 5 di 25 totali

per pagina

Pagina:
  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4
  5. 5
  • T.A.R. Toscana. ricorso n. 94/2015 . Sentenza n. 1280/17 - adesione appello

    Oggetto: Ricorso per il riconoscimento dei benefici ONU - supervalutazione ai fini previdenziali delle campagne di guerra - T.A.R.  Toscana. ricorso n. 94/2015 . Sentenza n. 1280/17

    Egregi Ricorrenti, con la sentenza n. 1280/2017 il Tribunale Amministrativo Regionale per la Toscana ha  rigettato il ricorso proposto per il riconoscimento dei benefici combattentistici (missioni svolte per conto dell'ONU).

    Come ricorderete, alcuni T.A.R.(tra tutti il T.A.R. per il Friuli Venezia Giulia), avevano rimesso gli atti del procedimento emarginato al Giudice delle Leggi per il vaglio di legittimità costituzionale dell’articolo unico della L. n. 1746/1962, in relazione al disposto di cui all’art. 3 della Carta Costituzionale.

    La Corte Costituzionale, nel delibare la questione di legittimità della succitata previsione normativa si è, però, limitata a prendere in considerazione il solo profilo dell’eventuale disparità di trattamento tra i militari impiegati nelle missioni O.N.U. e gli ex combattenti del secondo conflitto mondiale, omettendo, per contro, di esaminare il contrasto della norma in esame con l’art. 3 Cost. con riferimento ai militari aventi la qualifica dirigenziale e quelli privi di una simile qualifica.

    Più in generale, il Giudice delle Leggi avrebbe circoscritto il proprio ambito di indagine a quanto addotto dal T.A.R. Friuli Venezia Giulia, trascurando (del tutto immotivatamente) i profili di censura svolti anche nell'eccezione di legittimtà costituzionale sollevata dal Tribunale Amministrativo Regionale per l’Abruzzo - Sez. distaccata di Pescara.

    Gli è che il Collegio giudicante si è appiattito di fronte alla statuizione della Corte Costituzionale, ritenendo di dover rigettare il ricorso, ad un tempo condannando i ricorrenti al pagamento delle spese legali per un importo complessivo di € 3,000.00 (da dividere fra tutti i 55 ricorrenti).

    Avverso tale pronuncia si prospetterebbe la possibilità di adire, dapprima, il Consiglio di Stato - con eventuale rinvio pregiudiziale della causa alla Corte di Giustizia dell’Unione Europea - e, di poi, la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo, onde verificare se l’interpretazione offerta dai giudizi nazionali in merito all’articolo unico della L. n. 1746/1962 sia conforme ai principi internazionali e comunitari.

    In entrambi i casi, però, si aprirebbero scenari caratterizzati da profili di aleatorietà che  esporrebbero ad un probabile rischio di una ulteriore soccombenza, con conseguente condanna alla rifusione delle spese di lite in favore delle Amministrazioni resistenti di entrambi i gradi di giudizio.

    Evidenzio, infine, che il termine ultimo per proporre appello scadrà il prossimo 03 aprile 2018.

    Per ragioni organizzative, sono quindi a chiederVi la cortesia di volermi segnalare la Vostra eventuale adesione entro e non oltre il 02 aprile 2018.

    In attesa di un Vostro riscontro, l'occasione mi è gradita per porgerVi cordiali saluti.

    Avv. Dario Caldato

    N.D.R. - Sideweb - 

    Seguirà una ulteriore comunicazione per coloro che decideranno di non appellare la sentenza in oggetto, con le istruzioni sulle modalità di versamento delle spese legali in favore delle controparti , come detto, verranno divise tra tutti i ricorrenti.

    Precisiamo che i costi dell'Appello verranno sostenuti dalla Sideweb, è tuttavia doveroso informare coloro che vorranno impugnare la sentenza che i costi dell'eventuale condanna alle spese di appello saranno sostenuti e divisi tra i soli appellanti (minore sarà il numero degli appellanti e maggiore sarà l'eventale valore da sostenere in caso di condanna alle spese di entrambi i gradi di giudizio).

    I ricorrenti che vogliono segnalare la loro intenzione di proporre appello dovranno:

    1) scaricare la procura dal link riportato sotto il tasto contattaci

    2)inviare la procura sottoscritta unitamente a copia codice fiscale e documento identità per mezzo del modulo contatti sideweb vedi seguente link   entro il 02 aprile 2018

    3)nviare orginali della procura sottoscritta e copia documento identità e codice fiscale presso lo studio legale in via A. Diaz n. 26 – 31100 – Treviso entro il 20 aprile 2018.

    I ricorrenti che non intendono aderire sono cortesemente pregati di compilare il modulo contatti cliccando sul tasto "CONTATTACI" sottoriportato e annontando nel campo note la seguente indicazione: "non intendo aderire all'appello contro sentenza tar Toscana 1280/2017"



    Per saperne di più
  • 4- DICHIARAZIONE DI NON INTERESSE ALL'APPELLO CONTRO LA SENTENZA TAR Lazio n. 7048/2018 - ricorso art. 34 ricorso assegno riordino

     Oggetto: Avv. Caldato Dario - SENTENZA TAR Lazio n. 7048/2018 - Ricorso c.d. “ART. 34 BIS D.LGS. 196/95” – r.g. n. 1507/2008 / - Appello - 

    Dichiarazione di non interesse all'appello in oggetto

    Per segnalare la sua volontà di non aderire all'appello compilare e inviare il modulo contatti (cliccare sul tasto contattaci)

    Dopo aver inviato il modulo riceverete una email di conferma.

    Per saperne di più
  • 5- RICHIESTA CORREZIONE ERRORE MATERIALE SENTENZA TAR Lazio n. 7048/2018 - ricorso art. 34 ricorso assegno riordino

     Oggetto: Avv. Caldato Dario - SENTENZA TAR Lazio n. 7048/2018 - Ricorso c.d. “ART. 34 BIS D.LGS. 196/95” – r.g. n. 1507/2008

    RICHIESTA CORREZIONE ERRORE MATERIALE

    Per segnalare la sua volontà CHIEDERE LA CORREZIONE ERRORE MATERIALE NOMINATIVO RIPORTATO SULLA SENTENZA IN OGGETTO inviare il modulo contatti (cliccare sul tasto contattaci)

    Dopo aver inviato il modulo riceverete una email di conferma.

    Per saperne di più
  • Benefici Onu - TAR Piemonte 233/2015 comunicazione udienza

    Oggetto: ricorso Benefici ONU – TAR Piemonte n. 233/2015 – udienza 06 febbraio 2019 – udienza del 06/02/2019 – Avv. Dario Caldato

    Per ricevere la comunicazione in oggetto compila e invia il modulo contatti.

    Cordiali saluti.

    Sideweb

    Per saperne di più
  • Benefici Onu - TAR Liguria 49/2015 comunicazione udienza

    Oggetto: ricorso Benefici ONU – TAR Piemonte n. 233/2015 – udienza 20 marzo 2019 –  Avv. Dario Caldato

    Comunicazione riservata i ricorrenti del ricorso in oggetto.

    Per ricevere la comunicazione in oggetto compila e invia il modulo contatti.

    Cordiali saluti.

    Sideweb

    Per saperne di più

Articoli da 1 a 5 di 25 totali

per pagina

Pagina:
  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4
  5. 5